Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

La nostra storia

ENG | ITA

Il Centro per un Futuro Sostenibile è nato nel 1989 con il sostegno di parlamentari di diverso orientamento politico sui temi dell’ambiente globale: protezione della fascia dell’ozono stratosferico, protezione delle foreste, contrasto dell’effetto serra provocato dalle emissioni di CO2.

La prima fase di attività del Centro ha visto lo svolgimento di numerosi convegni e Conferenze; tra le pubblicazioni, meritano di essere ricordate per il loro valore i due volumi: “Effetto Serra e mutamenti climatici: il tempo di scegliere” (116 pagg. Roma, 1990); “Dall’Italia una strategia contro l’effetto serra” (146 pagg. Roma, 1990).

Diverse iniziative legislative sono state promosse sotto l’egida del Centro, con il contributo di parlamentari appartenenti a forze politiche di diverso orientamento.

Il progetto originario è evoluto in Fondazione agli inizi del 2009, ed è stato rilanciato per contribuire al più largo consenso politico con basi scientificamente serie: i prossimi anni saranno impegnativi per la transizione verso un mondo “a bassa intensità di carbonio” con le necessarie trasformazioni in campo energetico, dei trasporti, dell’abitare, degli stili di vita.

La Fondazione, ente di diritto privato, non ha scopo di lucro e non può distribuire utili. Ha come scopo esclusivo l’affermazione e diffusione di valori ed obiettivi politici, culturali e sociali in tema ambientale.

La Fondazione si propone di promuovere in particolare:

  • un dialogo corretto ed efficace con i mondi scientifici che stanno definendo il reale impatto delle emissioni che alterano il clima della Terra;
  • un’informazione qualificata e costante dell’opinione pubblica e specialmente il coinvolgimento delle giovani generazioni;
  • l’organizzazione di convegni e seminari di approfondimento allo scopo di contribuire al dibattito culturale italiano ed internazionale;
  •  la sensibilizzazione della pubblica opinione sulle proprie finalità istituzionali.

La Fondazione attualmente è organizzata presso gli uffici di via Tacito in Roma.

Il promotore e Presidente della Fondazione è Francesco Rutelli. La Fondazione è diretta da un Consiglio di Amministrazione composto da tre membri. Tutti i Consiglieri di amministrazione hanno sempre prestato e prestano la loro attività a titolo completamente gratuito (Rutelli, inoltre, è il primo sottoscrittore dell’autofinanziamento della Fondazione). La programmazione delle attività istituzionali, orientata ad un primo periodo operativo di circa dieci anni, è stata impostata su cinque assi principali:

  •  le collaborazioni e gli approfondimenti scientifici con esperti nazionali ed internazionali sui temi ambientali e del cambiamento climatico;
  •  la collaborazione con i think tank ed i soggetti con cui il CFS ha interesse a sviluppare relazioni ed iniziative;
  • l’attività di confronto e dialogo pubblico, con il coinvolgimento dei giovani, in linea con le finalità e la sensibilità politico-culturale della Fondazione;
  •  la produzione di materiali informativi e di documentazione;
  •  la progettazione e gestione del sito web della Fondazione.

La Fondazione ha ricevuto – come altri organismi politico – culturali e di formazione – erogazioni liberali da parte de La Margherita – DL, nell’arco di tre anni pari a 1.126.000 euro; nel quadriennio 2009 – 2012 la Fondazione ha sostenuto oneri economici per circa 657.000 euro così suddivisi per capitoli: 1) costi fissi e variabili per uffici e struttura 125.000 euro; 2) attività istituzionali 460.000 euro; 3) attività promozionali 62.000 euro; 4) altri costi vari 10.000 euro.

In ulteriore dettaglio, nel biennio 2013-2014 i costi sostenuti per le attività sono stati i seguenti:
Costi  dipendenti, collaboratori, 132.000. Costi  collaboratori esterni, 38.000. Spese fisse e variabili per uffici, 104.000. Spese sito, rassegna stampa, giornali, riviste e libri, 29.000. Spese  promozionali, 11.000. Spese varie e imposte, 29.000.
Costi totali anni 2013-2014, 343.000.

La Fondazione non ha fatto ricorso a contributi da parte di imprese né di società che possano avere interesse ad influire sulla sua elaborazione scientifica e culturale; ha svolto e svolge le proprie iniziative in partnership con altri qualificati soggetti scientifici, istituzionali,  politici, culturali; si avvale di risorse professionali in base alle necessità e alle specifiche competenze.

Tra le numerose iniziative intraprese fino ad oggi, meritano di essere ricordate:

  • la Conferenza del 21 aprile 2009, coordinata da Francesco Rutelli (Sala del Refettorio di Palazzo San Macuto), articolata in due sessioni:-      “Il Piano Casa: come integrare sviluppo economico e qualità ambientale”, che ha visto la partecipazione di: Giancarlo Allen, Segretario Nazionale ANAB (Associazione Nazionale Architettura Bioecologica); Lorenzo Bellicini, Direttore CRESME (Centro Ricerche Economiche Sociali di Mercato per l’Edilizia e il Territorio); Paolo Buzzetti, Presidente ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili); Firouz Galdo, Architetto; Marzio Galeotti, Professore Ordinario di economia dell’Ambiente e dell’Energia – Università di Milano; Luigi Paganetto, Presidente Enea;-    “Le prospettive del G8 a presidenza italiana per il clima, l’energia e l’ambiente”, che ha visto la partecipazione di: Franco Frattini, Ministro degli Affari Esteri; Filippo Giorgi, scienziato, membro del’IPCC; Alessandro Lanza, Aministratore Delegato di Eni Corporate University; il Sen. Roberto Della Seta; L’On. Fabio Granata; l’On. Gianni Vernetti
  • la Conferenza “Growing and Greening the Economy – Nuove idee per il G8 e il summit di Copenaghen”, del 18 Maggio 2009 (Sala della Lupa, Camera dei Deputati) in collaborazione con il Center for American Progress. Hanno preso parte ai lavori: il Sen.Francesco Rutelli; Christine Loh, Amministratore Delegato del Civic Exchange di Hong Kong; Jiahua Pan, Direttore Esecutivo del Centro di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile diPechino; Leena Srivastava, Direttore Esecutivo dell’“Energy and Resources Institute” diDelhi; il Sen. Harunobu Yonenaga, Responsabile politiche per l’ambiente del Partito Democratico giapponese; l’On. Gianni Vernetti; l’On. Fabio Granata; Stefania Prestigiacomo, Ministro dell’Ambiente; Vittorio Prodi, Parlamentare Europeo; Paolo Scaroni, Amministratore Delegato di Eni; il Sen. Roberto Della Seta; Marzio Galeotti, Filippo Giorgi, Alessandro Lanza, membri delComitato Scientifico della Fondazione; Matt Browne, Direttore del Global Progress Program del Center for American Progress;Matthew Lockwood, Ricercatore Capo del Dipartimento Cambiamenti Climatici delCenter for American Progress; Simon Retallack, Direttore e Responsabile Cambiamenti Climatici dell’Institute for Public Policy Research; Ralph Fucks, Presidente della Heinrich Boll Foundation di Berlino.
  • il Seminario di approfondimento “Ambiente: uno stakeholder privilegiato” del 19 ottobre 2009, presso l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (ODCEC), in collaborazione con la Fondazione Telos.
  • la partecipazione al Festival dell’Energia, (Lecce 20 – 23 maggio 2010) per discutere dei temi legati all’energia e all’ambiente della conferenza: “Green Economy: motore per lo sviluppo”; insieme al Sen. Francesco Rutelli hanno partecipato: Jake Caldwell, Direttore delle politiche per l’Agricoltura, il Commercio e l’Energia del Center for American Progress, Washington D.C.; Raffaele Chiulli, Presidente Safe; Paride De Masi, Amministratore Delegato Italgest e Coordinatore nazionale per l’Energia da Fonti Rinnovabili di Confindustria; Alessandro Marangoni, Chief Executive Officer e Senior Partner di Althesys; Gianni Silvestrini, direttore scientifico del Kyoto Club; Francesco Zofrea, VicePresidente Assoelettrica.
  • la Conferenza internazionale “Clima, Energia, Ambiente: come rilanciare il Negoziato Globale” del 23 giugno 2010 (Sala Zuccari, Senato della Repubblica), promossa in partnership con il Center of American Progress e con l’Institute of European Democrats ed alla quale hanno partecipato tra gli altri: Franco Frattini, Ministro degli Esteri; Emma Bonino, vicePresidente del Senato; Vittorio Prodi, Parlamentare europeo; l’On. Gianni Vernetti, l’On. Fabio Granata, il Sen. Roberto Della Seta; numerosi parlamentari di diverse formazioni presenti in Parlamento; vari referenti scientifici italiani dell’Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change), la commissione Onu vincitrice del premio Nobel; Mohamed Nasheed, Presidente della Repubblica delle Maldive; Rubens Harry Born, Direttore Esecutivo di Vitae Civilis – Institute for Development, Environment and Peace di San Paolo; Jiahua Pan, Direttore Esecutivo del Centro di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile di Pechino; Leena Srivastava, Direttore Esecutivo del The Energy and Resources Institute di New Delhi; Bracken Hendricks, Senior Fellow del Center for American Progress di Washington; i membri del comitato scientifico della fondazione, prof. Luigi Paganetto, prof.ssa Clara Poletti, prof. Marzio Galeotti e prof. Sergio Castellari.
  • il Forum “L’altra energia: prospettive di sviluppo per un futuro sostenibile” (16-18 dicembre 2010 presso il Museo del Sannio) promosso dalla Provincia di Benevento con la partnership della Fondazione CFS. Hanno partecipato Firouz Galdo (membro comitato scientifico CFS), il Prof. Butera del Politecnico di Milano, il sindaco di Benevento Fausto Pepe, l’Assessore ad Energia e Ambiente della provincia di Benevento Gianvito Bello, Antonio Strambace (Ministero dell’Ambiente) e Pedro Ballesteros, Direttore generale Energia della Commissione Europea.
  • la Conferenza internazionale sul tema “Il nucleare e il futuro dell’energia: cosa cambia dopo Fukushima e alla vigilia del referendum?” del 7 giugno 2011 (Sala del Mappamondo, Camera dei Deputati) in collaborazione con l’Institute of European Democrats e il Center for American Progress. La manifestazione ha visto la partecipazione, tra gli altri, di: Hirotami Murakoshi, parlamentare giapponese e vicepresidente della Commissione speciale su Fukushima; Luigi Paganetto, Presidente della Fondazione Economia di Tor Vergata; Stefano Casertano, Professore di Politica energetica presso l’Università di Poznan, Polonia; Flavio Cattaneo, Amministratore Delegato Terna; Marzio Galeotti, Professore di Economia dell’Ambiente e dell’Energia, Università di Milano; Simone Mori, Direttore Generale Ambiente e Regolazione ENEL; Giuseppe Onufrio, Direttore Greenpeace Italia; il Sen. Francesco Rutelli; Stefano Saglia, Sottosegretario all’Energia; i parlamentari Pier Ferdinando Casini, Roberto Della Seta, Stefano De Lillo, Fabio Granata, Maurizio Lupi, Marianna Madia, Ermete Realacci, Gianni Vernetti, Santo Versace.
  • il Convegno sul tema “Dopo il nucleare, per una crescita verde” (Labro 1 settembre 2011), iniziativa volta a commentare gli esiti del referendum nucleare e fare il punto per una nuova strategia energetica del Paese. Hanno partecipato: Giuseppe Onufrio, Direttore Greenpeace Italia; Marco Gisotti, autore di ‘Guida ai greenjobs’; Giuseppe Vatinno, membro della Segreteria Tecnica del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini; Diego Tommasi, Presidente di Alleanza Ecologica.
  • il Convegno dal titolo “Dopo Durban, verso il Vertice di Rio+20: il Clima si può ancora salvare?”, iniziativa fissata all’indomani della conclusione del Summit di Durban e per fare il punto sulla Roadmap 2050, che costituisce l’impegno politico verso un’economia a basse emissioni di carbonio. I lavori sono stati coordinati dal Sen. Francesco Rutelli e hanno visto la partecipazione di: Corrado Clini, Ministro dell’Ambiente; Mario Pirillo, parlamentare europeo e relatore del rapporto “Roadmap 2050” alla Commissione Industria del Parlamento Europeo; Carlo Manna, Enea; Marzio Galeotti, Professore ordinario di Economia dell’Ambiente e dell’Energia dell’Università di Milano, Prof. Alessandro Lanza, membri del Comitato Scientifico della Fondazione.
  • i laboratori sulla Green Economy (Maratea 14 settembre 2012) in occasione dell’Incontro internazionale “Uscire dalla crisi con la Green Economy”, iniziativa in collaborazione con il Partito Democratico Europeo e Alleanza per l’Italia, volta anche alla partecipazione e formazione di giovani, aderenti e non a partiti politici. Vi hanno preso parte: Marco Antonini, Presidente Consorzio Arianne; Sergio Fabio Brivio, consigliere delegato Energia e Sostenibilità per Confindustria Finco; Fabio Leoncini, Amministratore Delegato di Innowatio Spa; Vittorio Sangiorgio Presidente di Coldiretti Giovani Impresa; Romano Ugolini, Amministratore Delegato di EcoArea Better Living; Michele Fasano, responsabile Case Climatiche; Marco Giorgino, Presidente di VedoGreen (Ir Top); Carlo Patrizio, Presidente dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura; Pasquale Spani, Vicedirettore generale di Banca Etica; Mario Zoccatelli, Presidente di Green Building Council Italia; Edoardo Amerini, Presidente del Consorzio Nazionale Abiti e Accessori Usati; Roberto De Santis, Presidente CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi; Giulio Facchi, Presidente del consorzio Nazionale Piattaforme Riciclaggio; Iosu Madariaga Garamendi, responsabile Dipartimento per l’Ambiente del Governo regione basca di Bizkaia; Camillo Piazza, Presidente di Ecocarbon; Carla Poli, Amministratore Delegato di Centro riciclo Vedelago.
  • il Seminario sui Green Jobs (Roma 8 aprile 2013) dedicato ad un’analisi dei dati e ad un confronto sui risultati della ricerca “Green Economy: per una nuova e migliore occupazione”, studio sulle potenzialità occupazionali della Green Economy in Italia al 2020 condotto – sotto la guida di Alessandro Lanza e Marzio Galeotti economisti dell’ambiente e membri del Comitato scientifico della Fondazione – dai ricercatori Federico Pontoni e Niccolò Cusumano. La riunione coordinata da Francesco Rutelli ha visto la partecipazione, oltre che dei membri del Comitato Scientifico, di:  Ermete Realacci, Presidente onorario di Legambiente; Fulvio Giacomassi, Segretario confederale CISL con delega alle Politiche dello Sviluppo sostenibile; Sergio Fabio Brivio, Consigliere Delegato Energia e Sostenibilità per Finco; Edo Ronchi, coordinatore Stati Generali della Green Economy; Umberto Ciorba, Ricercatore presso il Servizio Analisi e Scenari tecnico-economici dell’Unità Centrale Studi e Strategie (UCSTUDI-AS) dell’Enea; Marco Rao, Ricercatore presso il Servizio Analisi e Scenari tecnico-economici dell’Unità Centrale Studi e Strategie (UCSTUDI-AS) dell’Enea; Anna Lambiase, Amministratore Delegato di Vedo Green Ir Top; Giampiero Zurlo, Partner & CEO di UtopiaLab; Prof. Claudio De Vincenti e Guido Improta, Sottosegretari del Ministero dello Sviluppo Economico; Laura Cavallo, Consigliere del Sottosegretario De Vincenti, referente scientifico del Nucleo di valutazione e verifica del Ministero dello Sviluppo economico; Marco Gonella, Amministratore Delegato di Med Ingegneria; Carolina Ardi, Servizio Conti ambientali e sistema dei conti satellite Istat; Marco Gisotti, giornalista autore di ‘Guida ai Green Jobs’;  Daniele Agostini, ENEL Low Carbon Policies and Carbon Regulation; Aldo Ravazzi, Co-Presidente del Comitato OCSE Biodiversità, Acqua ed Ecosistemi.
  • la conferenza internazionale del 27 novembre 2013 (Parlamento Europeo, Bruxelles) “EU 2030: Next low carbon economy targets” organizzata in collaborazione con l’Institute for Public Policy Research (IPPR) e l’Institute of European Democrats (IED). L’evento ha visto la partecipazione di: Vittorio Prodi MEP (Progressive Alliance of Socialists and Democrats), Francesco Rutelli (President of Centro per un Futuro Sostenibile), Tom Greatrex MP (Labour Party spokesman on energy and climate change), Oliver Geden (Energy and climate expert from the German Institute for International and Security Affairs), Valérie Plainemaison (General Secretary of European Federation of Intelligent Energy Efficiency Services); Sergio Castellari (Euro-Mediterranean Center on Climate Change); Marzio Galeotti (University of Milan). L’evento è stato moderato da Will Straw Associate Director for Climate Change, Energy and Transport – IPPR.
  • l’incontro pubblico  “Europa può essere ancora un attore globale nella lotta al cambiamento climatico?” del 2 dicembre 2013 (Palazzo Incontro, Roma). Il dibattito è stato preceduto dall’inaugurazione della mostra “Dark Green; Bright Green” e ha visto gli interventi tra gli altri di:Francesco Rutelli, Presidente Fondazione CFS; Mario Pirillo, parlamentare europeo, membro della Commissione Ambiente del PE; Cesare Pozzi, professore di Economia, condirettore Master MREF, LUISS Guido Carli; Ermete Realacci, parlamentare nazionale PD, presidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati; Carlo Stagnaro, direttore Dipartimento Energia e Ambiente dell’IBL (Istituto Bruno Leoni); Yann Wehrling, portavoce del MoDem, ex segretario nazionale del partito ecologista Les Verts. Durante i lavori sono stati presentati i principali risultati della ricerca “Stuck in the middle. Can Europe still lead on climate change and benefit from green growth? – A progress report on 20-20-20 targets”.
  • la conferenza internazionale “Green Growth and EU competitiveness” (Berlino, 5 marzo 2014), un dibattito alla vigilia del rinnovo delle istituzioni europee per confrontarsi sui nuovi traguardi che deve stabilire l’Europa in materia di Clima, Ambiente ed Energia. Organizzato  in collaborazione con l’Institute of European Democrats, l’appuntamento è stato ospitato dall’Institute for Cultural Diplomacy di Berlino durante il Berlin International Economics Congress 2014 “Global Trends in Creative Economies: Green Industries, Education, Entrepreneurship and Tourism as Drivers of Sustainable Economic Growth”.  Sono interventuti tra gli altri: Dora Bakoyannis Former Foreign Minister of Greece; Alfonso Martinez Cearra, Director General Bilbao Metropoli 30; Aldo Ravazzi Douvan, President OECD WP on Environmental Performance Country Reviews; Senior Economist, Italian Ministry of Environment; Alexander El Alaoui, Policy officer Team German and EU climate policy, Germanwatch; Manfred Rosenstock, Deputy Head of Unit Resource Efficiency and Economic Analysis, DG Environment, EuropeanCommission; Yann Wehrling, Spokesman MoDem and former Leader of the political party Les Verts.
  • il convegno dal titolo “Le nuove evidenze scientifiche sui cambiamenti climatici: i rischi, la mitigazione e le politiche di adattamento in Italia” del 15 aprile 2014 (Camera dei Deputati) organizzato dalla Fondazione Centro per un Futuro Sostenibile in collaborazione con l’Institute of European Democrats. Un confronto tra scienziati, esperti e decisori politici sulle nuove evidenze scientifiche sui cambiamenti climatici in occasione della recente pubblicazione dei contributi del Working Group II (impatti, adattamento e vulnerabilità) e del Working Group III (Mitigazione dei Cambiamenti Climatici) del Quinto Rapporto di Valutazione (AR5) dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC): uno degli elementi cruciali del dibattito internazionale sul clima.  Sono intervenuti: il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti; Francesco Rutelli, Presidente Centro per un Futuro Sostenibile; Carlo Carraro, Rettore Università Ca’ Foscari di Venezia, direttore International Center for Climate Governance (ICCG); Sergio Castellari, IPCC Focal Point per l’Italia, Responsabile Unità di Ricerca “Relazioni Istituzionali e Politiche di Adattamento Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC); Vincenzo Artale, Direttore dell’Unità Tecnica Modellistica Energica Ambientale (UTMEA) dell’ENEA; Valerio Rossi Albertini, Fisico Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Professore Scienza dei Materiali Università “La Sapienza” di Roma; Andrea Valcalda, Responsabile Environment Enel SpA; Ermete Realacci, Presidente Commissione Ambiente camera dei deputati; Giuseppe Francesco Maria Marinello, Presidente commissione Ambiente Senato della Repubblica; Loredana De Petris, Senatrice e membro del comitato politico – parlamentare CFS; Marzio Galeotti, Università di Milano e membro comitato scientifico CFS; Enrico Borghi, membro Commissione Ambiente Camera  dei Deputati.
  • il Convegno  “Messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi: verso un deposito unico nazionale” del 18 novembre 2014 (Società Geografica Italiana) organizzato dalla Fondazione Centro per un Futuro Sostenibile in collaborazione con Sogin. L’iniziativa ha visto per la prima volta riunirsi attorno a un tavolo autorevoli esponenti di Organizzazioni Governative e non, politici, tecnici e ambientalisti per confrontarsi costruttivamente sul tema della realizzazione del Deposito Unico Nazionale. Sono intervenuti tra gli altri: Francesco Rutelli, Presidente Centro per un Futuro Sostenibile; Sergio Conti, Presidente Società Geografica Italiana; Riccardo Casale, Amministratore Delegato Sogin SpA; Franco Gabrielli, Capo Dipartimento Protezione Civile; Erasmo D’Angelis, Coordinatore responsabile struttura di missione contro il dissesto idrogeologico, Lamberto Matteocci, Responsabile Servizio Controllo Attività Nucleari del Dipartimento nucleare, rischio tecnologico e industriale ISPRA;  Ignazio Abrignani,  Vice Presidente Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo – Camera dei Deputati; Enrico Borghi, Capogruppo PD Commissione Ambiente – Camera dei Deputati; Stefano Ciafani, Vice Presidente nazionale Legambiente; Loredana De Petris, Senatrice e membro Comitato Politico-Parlamentare CFS; Gianni Pietro Girotto, Commissione Industria, Turismo, Commercio – Senato della Repubblica; Giuseppe Onufrio, Direttore Greenpeace Italia; Francesco Profumo, Presidente Osservatorio ANCI sulle Smart Cities, Presidente Iren; Cesare Pozzi, Professore Luiss Guido Carli e membro Comitato Scientifico CFS; Gianluca Susta, Presidente Gruppo Parlamentare Scelta Civica per l’Italia – Senato della Repubblica.

  • La conferenza internazionale “Nel 150° anniversario di Man and Nature: riscoprire l’eccezionale esperienza di George Perkins Marsh” del 2 dicembre 2014 (American Academy, Villa Aurelia), promossa dalla Fondazione Centro per un Futuro Sostenibile e dall’American Academy in Rome, un incontro in cui sono stati messi in luce i più significativi aspetti della biografia di Marsh  e sottolineate le sue  intuizioni sui rischi per gli equilibri ecologici provocati dall’azione dell’Uomo. Sono interventuti, tra gli altri: John Phillips, Ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia; Francesco Rutelli, Presidente Fondazione Centro per un Futuro Sostenibile; Enrico Rossi, Presidente Regione Toscana; Kimberly Bowes, Direttore American Academy in Rome; Elizabeth Kolbert, The New Yorker; Aldo Ravazzi Douvan, Presidente OECD Environmental Performance Country Reviews Committee; Daniele Fiorentino, Università Roma Tre; Nicholas de Monchaux, University of California, Berkeley.
  • La conferenza “Parigi Clima 2015: tre proposte innovative dall’Italia” del 23 aprile 2015 (Camera dei Deputati), promossa dalla Fondazione Centro per un Futuro Sostenibile con il contributo di Energetic Source, un confronto pubblico di alto livello con l’obiettivo di avanzare proposte innovative e fornire un contributo originale alla preparazione della Conferenza internazionale sul clima di Parigi 2015 COP21. Sono intervenuti, tra gli altri: Francesco Rutelli, Presidente Fondazione Centro per un Futuro Sostenibile; il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, la Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini; Fatih Birol, Chief Economist and Director of Global Energy Economics IEA;  José Graziano da Silva, Direttore Generale FAO; Flaminia Giovanelli, Sottosegretario Pontificio Consiglio Giustizia e Pace;; Bérengère Quincy, Ambasciatrice itinerante per il clima, rappresentante della Presidenza francese della Conferenza Parigi Clima 2015; Carlo Carraro, Professore Università Ca’ Foscari di Venezia, Vice Presidente IPCC – Gruppo III; Antonio Navarra, Presidente del Centro Euro-Mediterraneo  sui Cambiamenti Climatici (CMCC); Riccardo Valentini, Università degli Studi della Tuscia, membro dell’IPCC Premio Nobel per la Pace 2007; Francesca Romanin Jacur, Università degli Studi di Milano; Ermete Realacci, Presidente Commissione Ambiente Camera dei Deputati; Alessandro Lanza, Centro Euro-Mediterraneo  sui Cambiamenti Climatici, IEFE Università Bocconi; Carlo Bagnasco, CEO Energetic Source S.p.a; Catia Bastioli, A. D. Novamont S.p.A, Presidente C.d.a Terna Loredana De Petris, Senatrice e membro Comitato Politico-Parlamentare CFS; Mariagrazia Midulla, Responsabile Clima ed Energia WWF Italia; Aldo Ravazzi Douvan, Presidente OCSE-WPEP, Vice-Presidente Green Budget Europe; Cesare Pozzi, Università LUISS Guido Carli; Vittorio Prodi, già Parlamentare Europeo.
  • La conferenza internazionale  “COP21: échec annoncé?” del 15 ottobre 2015 (Palais du Luxemburg, Parigi), promossa dal Mouvement Democrate in collaborazione  con l’Institute of European Democrats e la Fondazione Centro per un Futuro Sostenibile. Sono intervenuti tra gli altri: Francesco Rutelli, Presidente Centro per un Futuro sostenibile; François Bayrou co-Presidente del Partito democratico europeo, Riccardo Valentini, Professore Università della Tuscia, membro del Comitato Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici (premio Nobel 2007); Marielle de Sarnez, eurodeputato e segretario generale del Partito democratico europeo; Jacqueline Gourault, Vice- Presidente del Senato; Kamel Ben Naceur, Director of Sustainable Energy Policy and Technologies IEA; Yann Wehrling, portavoce del Movimento Democratico per lo sviluppo sostenibile; Brice Lalonde, già Ambasciatore di Francia per il clima; Laurence Vichnievsky, magistrato.
  • la conferenza internazionale  “Climate Change & Agroforestry” del 28 novembre 2016 (Sheikh Zayed Center FAO), promossa dalla Fondazione Centro per un Futuro Sostenibile, dalla Rappresentanza Permanente Italiana e dalla FAO.  Sono intervenuti tra gli altri: il Viceministro italiano per le Politiche Agricole Andrea Olivero; Francesco Rutelli, Presidente del Centro per un Futuro Sostenibile;  Pierfrancesco Sacco, Rappresentante Permanente italiano presso le Organizzazioni delle Nazioni Unite e a Maria Helena Semedo, Deputy Director-General, FAO; Dinah Grace Akello, Ambasciatore e Rappresentante Permaente Dell’Uganda; Martin Frick, Direttore Climate and Environment  FAO;  Riccardo Valentini, Strategic Manager del CMCC;  Ren Wang, Assistant Director-General, Agriculture and Consumer Protection Department FAO; Fergus Sinclair, Leader of Science Domain, ICRAF;  Giuseppe Scarascia-Mugnozza, Professore dell’Università della Tuscia.

I nuovi membri del Comitato sono i deputati Franco Bruno, Lorenzo Dellai, Flavia Nardelli e la senatrice Loredana De Petris.

Il comitato scientifico ha visto le nuove adesioni del Prof. Riccardo Valentini, dell’arch. Mario Cucinella, del Prof Cesare Pozzi e di Aldo Ravazzi.

 

Centro per un Futuro Sostenibile via Tacito, 84 00193 Roma tel. +39 06 90288228